it en de nl

Storia

Share
it en de nl

Prenota un appartamento:




La Valle dell'Aso e le sue leggende

Dalla sorgente alla foce, il fiume che bagna Pedaso sembra testimoniare il fascino misterioso e inquietante  degli antichi racconti leggendari che avvolgono questo territorio: la Leggenda di Pilato, la Leggenda del Guerin Meschino e la Leggenda della Campana, storie fantastiche  che si intrecciano tra loro in una rappresentazione simbolica della vita, tra mito e realtà.
Il paesaggio incantato dei Monti Sibillini dai quali il fiume Aso nasce e che fa da incomparabile cornice a tutta la vallata, riconduce infatti a questi miti e visitarne i luoghi, penetrandone il mistero, è come intraprendere un viaggio a ritroso nella propria anima.

Clicca qui per saperne di più

Storia

La Contea dei Ciliegi si estende lungo una superficie di 8 ettari sul Monte Serrone, nel comune di Pedaso.

Intorno all'anno 1000 è documentata con certezza l'esistenza di un paese che sorgeva su questo colle, identificato dagli studiosi con il nome di Castrum Fagetum o Castrum Vetulum, appartenente alla Città di Fermo. Passato nel XV secolo sotto il diretto controllo della Chiesa, sul finire del '700, fu invaso dalle truppe francesi. Tra il XVII e il XVIII secolo, grazie alla sua posizione in alto, riuscì a difendersi, in parte, dalle incursioni dei turchi che saccheggiarono e devastarono le coste picene.

Né la natura né il nemico hanno mai fiaccato la nostra gente dal carattere indomito

Verso la fine del XVII secolo, l'altura di natura franosa, dove sorgeva il paese non resistette alla forza del mare e ad un improvviso movimento tellurico. Il borgo sprofondò così nelle acque dell'Adriatico. Alla fine del '700 l'intero agglomerato urbano venne trasferito sulla zona costiera, dando vita al primo nucleo che sarebbe poi divenuto l'attuale Pedaso.