it en de nl

Barefooting

Share
it en de nl

Prenota un appartamento:




Percorso a piedi nudi

Camminare scalzi su superfici che variano continuamente la consistenza, e si presentano irregolari, stimola le zone riflesse del piede, riportando tale pratica alle fonti della disciplina bio-naturale della riflessologia plantare.

I piedi vengono sottoposti a diverse sollecitazioni, quindi il “barefooting” può essere considerato quale eccellente ginnastica per i piedi.

Inoltre tutto l’apparato osteoarticolare e quello muscolare, così come i disturbi circolatori agli arti inferiori ne traggono beneficio.

Un interessante aspetto che si evidenzia nel camminare a piedi nudi è quello del recupero della sensibilità cutanea dei piedi, che ci porta a scoprire che la sensibilità tattile del piede è maggiore di quella presente nelle mani.

Il terreno continuamente diversificato offre esperienze sensoriali tattili sorprendenti, grazie alla varietà del percorso: soffice, sdrucciolevole, umido, freddo, tiepido, spigoloso ecc.

I vantaggi salutistici sono molteplici, a partire dall’azione diretta che il contatto con il terreno provoca sulla pianta dei piedi, all’aspetto bioenergetico che induce uno scaricamento delle energie dissonanti per un benefico miglioramento di : disturbi digestivi, insonnia, scompensi circolatori (pressione alta o bassa, mani o piedi costantemente freddi), debolezza delle vene, sintomi infettivi (raffreddore, influenza...), diminuzione del dolore (effetto antinfiammatorio), tensione muscolare, stress.
Il percorso “barefooting” della Contea dei Ciliegi si articola in 50 metri lineari con l’utilizzo dei seguenti materiali con sezione crescente e temperatura superficiale crescente (a seconda del colore proprio del materiale esposto ai raggi del sole).

  • Noccioli di Ciliegie
  • Corteccia di “pino marittimo”
  • Ciottolo “bianco carrara”
  • Legno di castagno
  • Ciottoli “verde alpi”
  • Canna di Bambù
  • Ciottoli “neri ebano”
  • Corteccia di “pino marittimo”
  • Acqua fredda